Servizi dentali per adulti

Logo icon
-

Sbiancamento professionale La bellezza del sorriso

I nostri denti con il passare del tempo tendono a perdere la loro naturale brillantezza e lucentezza

Un trattamento che può essere proposto per ottenere un miglioramento del croma dentale è lo sbiancamento professionale che nel nostro studio viene eseguito utilizzando le tecniche più moderne ed efficaci. 

Lo sbiancamento viene effettuato da odontoiatri ed igienisti dentali specializzati che, attraverso dei prodotti a base di perossido di idrogeno o carbammide, permettono la rimozione dei pigmenti situati nelle zone interne del dente (smalto e dentina).

E’ molto importante sottolineare che questo trattamento può essere utilizzato solo da queste due figure professionali e che quindi tutti i  prodotti sbiancanti che si trovano in commercio sono in concentrazioni nettamente inferiori rispetto a quelli utilizzati.

sbiancamento dentale Brescia mobile

Quando ricorrere allo sbiancamento dei denti?

  • Presenza di colore giallastro o scuro
  • Età superiore a 18 anni
  • Assenza di carie e sensibilità
  • Assenza di patologie del cavo orale

Perché i denti si macchiano?

L’alterazione del colore dei denti è legata da due fattori principali: lo stile di vita e le abitudini personali. 

Alcune bevande, il tabacco ed alcuni alimenti sono le cause principali che portano i denti ad assumere sempre più una colorazione giallastra.

Quando si può effettuare il trattamento?

Lo sbiancamento può essere effettuato in pazienti di età superiore ai 18 anni con una buona salute orale e sconsigliato in gravidanza

Per questo motivo deve essere eseguita una diagnosi preliminare per poter rilevare la presenza di  patologie e/o problemi derivati. 

Solitamente prima di effettuare il trattamento il paziente deve sempre sottoporsi ad una seduta di igiene orale professionale in modo da riuscire a rimuovere le macchie che normalmente si depositano sulla superficie esterna del dente. 

Il trattamento fa male o rovina i denti?

Lo sbiancamento ha la caratteristica principale di essere indolore e di non intaccare la salute dei vostri denti

In alcuni casi può capitare che si presenti ipersensibilità dentinale risolvibile con l’utilizzo di prodotti adatti ad eliminare la sensibilità in abbinata al trattamento sbiancante.

 

Lo sbiancamento da sempre ottimi risultati?

Generalmente lo sbiancamento è assicurato nella quasi totalità dei pazienti anche se bisogna comunque sottolineare che il risultato non è univoco per tutti ma varia da persona a persona a causa di vari fattori ed abitudini.

I fattori che possono influire sull’efficacia del trattamento sono età del paziente, tipo e natura delle variazioni del colore dentale e il colore iniziale dei denti.

Lo sbiancamento non offre risultati soddisfacenti nei casi in cui siano presenti devitalizzazioni, macchie dentali causate da farmaci, faccette dentali e restauri protesici.

Nel caso di denti devitalizzati si ricorre a tecniche specifiche di sbancamento.

 

Quanto dura il risultato dello sbiancamento?

La durata del risultato ottenuto raggiunto con lo sbiancamento dentale ,dipende dalle abitudini personali del paziente. Viene consigliato durante e dopo il trattamento, in un periodo di tempo definito, di limitare l’assunzione di bevande con coloranti, cibi pigmentanti e tabacco. I soggetti con queste abitudini possono essere predisposti ad un risultato meno longevo nel tempo con conseguente ingiallimento dentale più repentino. 

Lo sbiancamento non è permanente e generalmente rimane invariato al massimo due anni  Esiste la possibilità di reintervenire attraverso dei programmi di mantenimento più brevi per ritornare al colore dentale ottenuto.

Prenota una visita

Loading...

Perché i denti si macchiano?

L’alterazione del colore dei denti è legata da due fattori principali: lo stile di vita e le abitudini personali. 

Alcune bevande, il tabacco ed alcuni alimenti sono le cause principali che portano i denti ad assumere sempre più una colorazione giallastra.

Quando si può effettuare il trattamento?

Lo sbiancamento può essere effettuato in pazienti di età superiore ai 18 anni con una buona salute orale e sconsigliato in gravidanza

Per questo motivo deve essere eseguita una diagnosi preliminare per poter rilevare la presenza di  patologie e/o problemi derivati. 

Solitamente prima di effettuare il trattamento il paziente deve sempre sottoporsi ad una seduta di igiene orale professionale in modo da riuscire a rimuovere le macchie che normalmente si depositano sulla superficie esterna del dente. 

Il trattamento fa male o rovina i denti?

Lo sbiancamento ha la caratteristica principale di essere indolore e di non intaccare la salute dei vostri denti

In alcuni casi può capitare che si presenti ipersensibilità dentinale risolvibile con l’utilizzo di prodotti adatti ad eliminare la sensibilità in abbinata al trattamento sbiancante.

 

Lo sbiancamento da sempre ottimi risultati?

Generalmente lo sbiancamento è assicurato nella quasi totalità dei pazienti anche se bisogna comunque sottolineare che il risultato non è univoco per tutti ma varia da persona a persona a causa di vari fattori ed abitudini.

I fattori che possono influire sull’efficacia del trattamento sono età del paziente, tipo e natura delle variazioni del colore dentale e il colore iniziale dei denti.

Lo sbiancamento non offre risultati soddisfacenti nei casi in cui siano presenti devitalizzazioni, macchie dentali causate da farmaci, faccette dentali e restauri protesici.

Nel caso di denti devitalizzati si ricorre a tecniche specifiche di sbancamento.

 

Quanto dura il risultato dello sbiancamento?

La durata del risultato ottenuto raggiunto con lo sbiancamento dentale ,dipende dalle abitudini personali del paziente. Viene consigliato durante e dopo il trattamento, in un periodo di tempo definito, di limitare l’assunzione di bevande con coloranti, cibi pigmentanti e tabacco. I soggetti con queste abitudini possono essere predisposti ad un risultato meno longevo nel tempo con conseguente ingiallimento dentale più repentino. 

Lo sbiancamento non è permanente e generalmente rimane invariato al massimo due anni  Esiste la possibilità di reintervenire attraverso dei programmi di mantenimento più brevi per ritornare al colore dentale ottenuto.